Sunday, Jun 16th

Last update07:52:19 AM GMT

Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

 Contattando la sede operativa del Servizio e compilando un apposito modulo redatto da operatori dedicati.

 

 

 

Il familiare di riferimento verrà poi contattato per concordare un colloquio con il medico e lo psicologo presso la sede operativa. E’ indispensabile recarsi all’appuntamento muniti della documentazione clinica che attesta la diagnosi e lo stato attuale del paziente.

L’assistenza verrà avviata con una prima visita dell’Unità Valutativa interdisciplinare composta da: medico, infermiere e psicologo. Una volta stabilito un primo piano di intervento, verrà formulato un programma assistenziale personalizzato e creata una cartella clinica.

Il Medico curante verrà informato della presa in carico del paziente e del piano terapeutico inizialmente stabilito.

Nell’ambito delle cure palliative il ruolo della famiglia è insostituibile in quanto è parte integrante dell’equipe assistenziale

Poiché la presenza in casa degli operatori della Fondazione Sue Ryder Onlus non è continuativa, è indispensabile per la presa in carico del paziente, la presenza continua in casa di un familiare o di una persona di riferimento attendibile.

You are here